SU QUESTO BLOG NON SI PUBBLICANO COMMENTI ANONIMI

mercoledì 16 giugno 2010

Salviamo la lingua greca di Calabria!


Duemilacinquecentocinquanta membri, ma potrebbero e dovrebbero essere molti di più.
Parliamo di un gruppo Facebook – il social-network più diffuso – Salviamo la lingua greca di Calabria, il cui fine essenziale è la valorizzazione dell'antichissimo idioma nostrano, classificato dal Red Book dell'Unesco fra le lingue in pericolo di estinzione.
Gli affiliati al gruppo condividono in rete degli affascinanti video girati fra gli scorci e i monumenti più suggestivi della Bovesia, articoli di divulgazione storica consultabili anche in greco-calabro, insieme ad ogni tipo di iniziativa utile a promuovere la conoscenza di questa lingua parlata ininterrottamente, con buona pace di tutti quegli ametodici pseudointellettuali che cercano di ricondurla al neo-greco di XV secolo, sin dai tempi legati al primo insediamento euboico nel Reggino, nell'ultimo quarto dell'VIII sec. a.C.
Ciò che più colpisce – siamo lieti di constatarlo – è la giovane età del suo fondatore, Giuseppe Delfino, nato nel 1989, un ragazzo profondamente legato alle plurimillenarie radici della sua patria.
La speranza è dunque quella di suscitare l'interesse nei confronti della nostra storia e della nostra identità, un punto di partenza imprescindibile nella prospettiva di iniziare, finalmente, una serie di politiche e pianificazioni coscienziose che valorizzino le risorse umane, culturali e paesaggistiche locali, così da salvare, insieme alla lingua greco-calabra, il futuro di tutti noi.

Nessun commento:

Posta un commento