SU QUESTO BLOG NON SI PUBBLICANO COMMENTI ANONIMI

lunedì 1 febbraio 2010

Comunicazione

Nei giorni scorsi, ho ricevuto numerose proposte di adesione ad associazioni, circoli e comitati della zona di Reggio Calabria e provincia; sono stato contattato personalmente, ma anche avvisato tramite terze persone (situazioni che mi permetto di non gradire, essendo un fervente sostenitore delle interazioni de visu).

Colgo l'occasione per ringraziare tutti per il pensiero – del quale mi sento onorato e lusingato – ma, per via di una scelta personale, dolorosa, nonché invariabile, ho deciso di non affiliarmi ad alcun tipo di gruppo, sia esso politico, culturale, artistico o ricreativo.

Le motivazioni di tale scelta spaziano dalle cause logistiche – impegni lavorativi improrogabili che non si conciliano con i tempi e i luoghi di riunioni, organizzazioni di eventi ed ogni tipo di attività solitamente richiesta dai consigli direttivi delle suddette collettività ai suoi appartenenti – a quelle ideali. Difatti, sulla base della mia formazione culturale e professionale, sulla quale si fondano i miei interessi – ricerca storica e divulgazione al pubblico del plurimillenario patrimonio di memorie reggino – preferisco assumere personalmente la responsabilità delle mie azioni, agendo ed interagendo con gli enti pubblici e privati, o semplicemente con gli appassionati di antichità, da “battitore libero”.

Questa doverosa presa di coscienza non esclude la possibilità di poter collaborare ESTERNAMENTE con tutti voi, impegni lavorativi e di studio permettendo, in qualità di referente nell'ottica di incontri culturali, seminari o convegni, ossia i miei reali ambiti di competenza indicati supra. Sono tuttavia graditi previ e personali contatti per concordare il tutto.

Avere scritto, in passato, il libretto di un dramma teatrale – cosa che non rinnego, cogliendo l'occasione per ringraziare il mio carissimo amico, nonché grande compositore, Francesco Tripodi per la grande opportunità concessami – non significa che io sia disponibile ad impegnarmi in attività artistiche. In questa particolare fase della mia vita, ho scelto coscienziosamente di DIVULGARE e di non INTRATTENERE, fermo restando il mio rispetto verso qualsiasi forma sincera e disinteressata di manifestazione artistica volta a legittimare e nobilitare le capacità creative degli esseri umani.

In definitiva, per tutto ciò che esula dai miei interessi prioritari e dalle mie competenze, vi prego di rivolgervi a persone più capaci o idonee del sottoscritto. So già che questa comunicazione sarà identificata, specie nell'ambiente in cui risiedo (che, purtroppo, non è Reggio...), come una boriosa dimostrazione di superbia; tuttavia al sottoscritto preme parlare chiaro, senza quelle diplomazie o quelle logiche clientelistiche che, ogni giorno, cerca di combattere, al fine di potere cooperare, mettendo se stesso e gli altri nelle condizioni ottimali per crescere ed arricchirsi vicendevolmente, ai comuni obiettivi di comprensione, valorizzazione e divulgazione della storia e delle tradizioni dei padri.

Nessun commento:

Posta un commento